1

App Store Play Store Huawei Store

b tandurealla marinello lega sede

DOMODOSSOLA- 04-11-2016- Se il bando da 2,5 milioni di euro funzionerà

la “Città dello sport”, ovvero i nuovi impianti sportivi domesi, saranno pronti nell'autunno del 2018, tra due anni. Così l'assessore domese Angelo Tandurella ad uno dei convegni organizzati dalla sezione locale della lega Nord, in cui è intervenuto anche l'ex assessore regionale e sindaco Michele Marinello per spiegare ai presenti cosa sia il project financing: “L'intervento mira ad una gestione coordinata degli impianti sportivi domesi - ha spiegato Angelo Tandurella - il campo di calcio verrà realizzato con erba sintetica utilizzabile ad ogni ora e stagione. La pista di atletica verrà realizzata in sportflex, omologata, verrà sistemata quindi anche l'inclinazione e sarà separata dal campo da una recinzione. La tribuna sarà coperta e sistemata. Così lo spogliatoio e la casa del guardiano, dove verranno gli uffici e le sedi delle associazioni”. L'assessore domese ha poi illustrato il progetto per la rimozione dell'amianto nel area delle piscine: “Qui verrà creata anche un' area bimbi- così Tandurella- il grosso dell'intervento è comunque sulla gestione degli impianti. Le piste omologate in Piemonte sono poche, e se le associazioni locali saranno brave si può pensare di organizzare eventi importanti. Può essere uno snodo di sviluppo turistico economico. Finora è mancato un luogo e un ente che sviluppasse attorno ad una passione una capacità di organizzare. Territori come il Trentino ci insegnano che il turismo cresce anche con lo sport, con esperienze che portino a soggiornare per più giorni, creando un luogo in cui ci sia ritrova e si collabora e ci si propone all'esterno. Un impegno da parte del pubblico di 2,5 milioni di euro. Crediamo che rendere la città consapevole delle potenzialità sia importante, non è solo il rifacimento di un area, ma un rilancio completo. La tempistica con cui si pensa di realizzare le scadenze poste dal bando, se c' è partecipazione, è settembre 2017. Si prevede che i lavori durino 14 mesi, quindi che sia pronto per l'autunno 2018. Anche gli altri comuni ossolani possono essere interessati, bisogna cogliere l' occasione per guardare allo sport in maniera diversa, creare un interesse economico. Se guardiamo all' impianto sportivo in sè non andiamo a creare niente di nuovo. Se invece riusciamo a far ragionare diversamente le associazioni possiamo creare uno spazio. Il bando prevedeva che il soggetto che se lo aggiudica sia lo stesso che si occupi di tutto, realizzerà le opere e gestirà il campo e le due piste di atletica. Non è stato modificato rispetto al bando proposto dalle amministrazioni precedenti”. 

È seguito poi un intervento dell'ex sindaco Michele Marinello sul project financing ovvero la Finanza di progetto, partnernariato tra pubblico e privato: “Il pubblico non ha i soldi per fare una cosa- ha spiegato- il privato fa l' investimento, incassandone i proventi ottenendo una concessione di al massimo 30 anni, poi la proprietà ritorna al comune. Il classico esempio che funziona è quello dei parcheggi, l' investimento lo fa un soggetto privato, progetta, costruisce il parcheggio e ne incassa i proventi. Alla fine cede all'ente il bene. Il canone di concessione è una royalties che il comune che ha messo l' area incassa dal privato. Sta prendendo piede perché i comuni non hanno più soldi, o per i vincoli del patto di stabilità non possono fare investimenti. Può essere uno strumento formidabile”. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.