1

lugano calcio azione

LUGANO - 04-10-2020 -- Neppure un rigore

tirato tre volte (due volte parato) ha fermato il Lugano che ha rimontato due volte il Sion mantenendo l’imbattibilità interna che dura da11 mesi e quella stagionale. In un contesto difficile dopo essere passati due volte in svantaggio i bianconeri si sono sempre rialzati alla grande. Nemmeno l’episodio dei tre rigori che il Sion (via VAR) ha abbattuto il Lugano. La squadra ha lottato su ogni pallone e si è creata sempre occasioni. Ha ottenuto il meritato pareggio ,ma avrebbe anche potuto vincere. La rete del vantaggio vallesano è arrivata a 5′ dalla pausa: Grgic con un tiro dal limite, dopo un errore di disimpegno della difesa bianconera, ha insaccato. Nel secondo tempo il Lugano ha pareggiato  su bella triangolazione Ardaiz-Lovric e conclusione finale di Guidotti al secondo gol consecutivo. Dieci minuti dopo i padroni di casa hanno avuto l’occasionassimo per andare in vantaggio e magari chiudere il match. Gerndt si è invola sulla sinistra e ha messo al centro un invitante pallone per l’accorrente Ardaiz che ha calciato sull’esterno della rete. Sull’azione successiva Guerrero ha commesso un rigore. Hoarau si è fatto parere il tiro da Osigwe. Quando il pallone era già a centrocampo il VAR ha fatto ripetere perché il portiere aveva abbandonato con i due piedi la linea di porta. Ha battuto Serey Die e il bravo estremo difensore bianconero ha ancora respinto ma anche stavolta -con tanto di ammonizione di Osigwe- il VAR è intervenuto. Al terzo tentativo Serey Die ha messo a segno il secondo gol vallesano.  Una punizione di Lovric ha permesso a Maric di rimettere sul pallone in area e Daprelà ha segnato.

In serie B nuova, la terza di fila, sconfitta del Chiasso ad Aarau per 2-1. (M.R)

 

Foto repertorio

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.