1

imoco igor recupero

NOVARA- 29-11-2018- Clamorosa impresa della Igor Volley

al Palaverde di Villorba: le azzurre vincono 1-3 in casa dell’Imoco Conegliano e si prendono la vetta in solitaria della classifica di serie A1 con 20 punti in sette partite. Tre in più di Busto Arsizio, unica altra formazione imbattuta, al pari delle azzurre, ma con il turno di riposo già osservato. A trascinare le azzurre, protagoniste di una prova corale di altissimo livello, i 35 punti di Paola Egonu, top scorer del match e protagonista di uno spettacolare duello con Samanta Fabris (24). 

Conegliano schierata con Wolosz in regia e Fabris in diagonale, Danesi e De Kruijf al centro, Hill e Sylla in banda e De Gennaro libero; Novara in campo con Egonu opposta a Carlini, Veljkovic e Chirichella centrali, Bartsch-Hackley e capitan Piccinini schiacciatrici e Sansonna libero. 

Parte forte Novara e sul 2-6 Santarelli ferma subito il gioco, con Carlini che “stoppa” Fabris al rientro in campo (4-9) e Bartsch-Hackley che firma il 7-12 in pallonetto. Fabris forza in battuta (9-12, ace), Sylla fa -2 (10-12) in diagonale ma Veljkovic in attacco (11-15) ed Egonu in battuta (13-19 con due ace consecutivi) respingono gli assalti gialloblù. Santarelli rivoluziona il sestetto, Egonu fa 17-23 a muro e un errore di Nagaoka vale il set ball (17-24): chiude Bartsch-Hackley in diagonale, 17-25. 

Conegliano reagisce e sul turno in battuta di Danesi (ace, 5-3) firma il 6-3 con De Kruijf che allunga il break sull’8-4; Egonu (10-6, ace) e Bartsch-Hackley provano a rispondere (13-9) ma Conegliano alza il ritmo in battuta e scappa fino al 19-9 mentre Barbolini inserisce Nizetich in banda. L’argentina spezza il break (19-10) ma De Kruijf allunga ancora (23-14) e dopo il muro di Wolosz (24-14) è Hill a chiudere in maniout, 25-15. 

Carlini fa il primo break a muro in apertura di terzo set (2-4) e, dopo uno scambio infinito, la parallela di Egonu vale il 3-7. Ancora il turno in battuta di Fabris per riaprire il set (7-9, ace) ma Egonu (7-11, diagonale) costringe al timeout Santarelli e Veljkovic a muro scappa sul 7-12; Conegliano non si arrende (9-13), Barbolini ferma il gioco ed Egonu riprende a macinare punti (13-18) mentre Sansonna si esalta in difesa. Hill sbaglia (15-21), Fabris no (19-22, diagonale) ma Egonu fa 19-23 e poi 20-24, inchiodando la parallela: chiude un errore in attacco di Sylla, sul 21-25. 

Egonu firma il primo break (3-4, parallela) e due tocchi a rete di Bartsch-Hackley (4-6, poi 5-8) assieme a un errore in attacco di Fabris (5-9) costringono Santarelli subito al timeout. Piccinini allunga 7-11 in maniout, Novara tiene fino al 9-13 prima che il turno in battuta di Fabris, complice una svista arbitrale, regali all’Imoco il break fino al 15-13 firmato proprio dall’opposto croato. Piccinini ricuce lo strappo con l’ace del 16-16 e il break prosegue fino al 16-18 (due attacchi consecutivi di Egonu) con Novara che mantiene il break di vantaggio nel successivo testa a testa, fino al 21-23 con Nizetich, subentrata, che incide in difesa ed Egonu che mette a segno il pallone del 21-24. De Kruijf è l’ultima ad arrendersi (22-24), poi ancora Egonu chiude set e match in diagonale (22-25). 

Paola Egonu (opposto Igor Gorgonzola Novara): "Stiamo cercando di fare bene le cose semplici, di preparare con attenzione le partite: lavoriamo per sistemare ogni singolo dettaglio. Abbiamo giocato bene e sono contenta perché siamo state in partita anche nei momenti di difficoltà. La Supercoppa è stato un momento difficile e Conegliano ha lavorato bene, ora siamo contente del cammino che stiamo percorrendo come squadra. Il campionato è di livello molto alto, serve il massimo impegno in ogni partita perché sono tutte molto toste, qualsiasi sia l'avversario". 

Samanta Fabris (opposto Imoco Conegliano): "La partita non è andata come volevamo, abbiamo commesso tantissimi errori soprattutto nel primo set, ma oggi Novara è stata più brava di noi e vanno a loro i complimenti. Stiamo giocando tante partite ma questo vale per tutti, in questo caso non abbiamo tenuto il nostro livello e contro una squadra come Novara non si può concedere così tanto". 

Imoco Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (17-25, 25-15, 21-25, 22-25) 

Imoco Conegliano: Nagaoka, Bechis, De Kruijf 10, Folie ne, Fersino, De Gennaro (L), Danesi 9, Samadan ne, Fabris 24, Wolosz 4, Hill 11, Tirozzi, 8 Sylla, Moretto ne. All. Santarelli. 

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 2, Stufi ne, Camera ne, Nizetich 1, Chirichella 3, Sansonna (L), Piccinini 3, Bici, Bartsch-Hackley 8, Zannoni, Veljkovic 7, Egonu 35. All. Barbolini.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.